...vi presento/...let me introduce to you

GOMZ VOOMP II

(PIONEER)

WEB PAGE DI CLAUDIO ASQUINI

 

By Claudio ASQUINI's private collection

Photography: ALBINO PEGORARI with SONY MAVICA

 

 Questa meravigliosa copia della LEICA II, contemporanea della FED 1a, a cui per altro assomiglia molto, fu prodotta nel biennio 1934-35 dalla Fabbrica Sperimentale VOOMP (poi GOMZ, quindi LOMO) di Leningrado. L'esemplare qui illustrato и il N 686, prodotto nel 1935. La particolaritа che distingue immediatamente questa fotocamera dal modello ispiratore, la Leica II (e quindi inevitabilmente anche dalla FED 1) и il tettuccio, completamente liscio, squadrato, privo di slitta porta-accessori e di sagomature. Nella parte sinistra и presente una scritta in cirillico, "OPIT ZAVOD "; segue "VOOMP" all'interno di una lente biconvessa stilizzata; quindi "LENINGRAD"; per finire, il numero di serie e l'anno di produzione. L'incisione и composta da una successione di minuscoli puntini...

This beautiful LEICA II copy, similar to FED 1a, was produced in 1934-35 by VOOMP Experimental Factory (then GOMZ, finally LOMO) in Leningrad. Here you can see the model numbered 686, made in 1935. It immediately appears different from LEICA II (and, of course, from FED 1 too) because the top plate. It is flat, there is not accessory shoe. On the left side there is cyrillic engraving: "OPIT ZAVOD"; following "VOOMP" in a stylized bi-convex lens logo; then "LENINGRAD"; finally the serial number and construction year. The engraving is made with a succession of little dots.

Sul lato destro del tettuccio, invece, vi и incisa la freccia (piщ stilizzata nei primi modelli, piщ dettagliata in quelli successivi ) che funge da linea di fede per l'impostazione delle velocitа di otturazione: B, 1/20, 1/30, 1/40, 1/60, 1/100, 1/200, 1/500. Sia il pomello di impostazione delle velocitа di otturazione, sia quello di armamento dell'otturatore/avanzamento pellicola, che quello di riavvolgimento, sono caratterizzati da una particolare lavorazione a righe diagonali. Il collare intorno al pulsante di scatto (liscio, senza sagomature o irruvidimenti) e il pomellino per lo sblocco del trascinamento pellicola sono, invece, entrambi a rigatura verticale.

On the right hand side of the top, there is an arrow (less detailed in earlier models, more in later) indicates the shutter speed: B, 1/20, 1/30, 1/40, 1/60, 1/100, 1/200, 1/500. The shutter speed knob, wind and rewind buttons have diagonal lines. The shutter button's rim and switch film lever, instead, have vertical lines.

La camma per l'accoppiamento obiettivo/telemetro и, contrariamente a quanto avviene nelle FED 1, a rotellina: come nelle LEICA. Per il resto, il sistema и analogo. L'immagine sdoppiata del telemetro и di colore giallo. Manca la vite di taratura del telemetro che si trova sulle Leica e sulle FED, benchи sia presente il rilievo sulla cornice della finestrella del mirino di ripresa.

Unlike the FED, the cam transmitting lens rotation to the rangefinder is a wheel, like the LEICA. The rangefinder image is yellow. There is no rangefinder regulation screw, although there is an embossement in viewfinder window. 

L'obiettivo, copia fedele dell'Elmar, и un 50 3,5. Rientrante, senza blocco all'infinito, con un solo perno posto tra m.5 e m.7, finitura a righe verticali sulla parte anteriore. Il diaframma ha la scala: 3,5 - 4,5 - 6,3 - 9 - 12,5 - 18. Il numero di matricola (1159, quello del modello illustrato) и stampigliato sul nottolino di regolazione del diaframma. Sul frontale и inciso, in cirillico, "VOOMP OPITNI  Z-D" (zavod), quindi i dati tecnici:  "1:3,5 F=50 mm". Nota: il passo dell'obiettivo NON E' 39, bensм 40! La VOOMP non accetta obiettivi della LEICA e/o della FED e viceversa. Questa и una differenza sostanziale che puт essere d'aiuto per verificarne l'autenticitа.

The lens, a good Elmar copy, is a 50 3,5. Collapsible, without infinity lock, with a stud between m.5 and m.7, vertical lines on the exterior ring. Diaphragm values are: 3,5 - 4,5 - 6,3 - 9 - 12,5 - 18. Serial number (this model is N1159) engraved on regulation diaphragm lever. On the exterior ring face there is cyrillic engraved: "VOOMP OPITNI Z-D", then "1:3,5 F=50mm". Note: lens mount IS NOT 39 mm., it is 40! VOOMP does not accept FED/LEICA lens and vice versa. This may helps to verify authenticity.

Il corpo della macchina, anche se ricorda molto quello della FED 1, и leggermente piщ grosso (132 mm. di larghezza x 29,5 di profonditа contro i 131 mm. x 28,5 della FED 1). Ciт si puт riscontrare direttamente tentando di applicare il fondello di una FED alla VOOMP e viceversa. Anche questo dato puт aiutare a svelare eventuali contraffazioni. A parte le dimensioni, il fondello della VOOMP и molto simile a quello della LEICA , con 5 viti. La scatola del meccanismo dell'otturatore и fissata all'involucro esterno (ricoperto in vulcanite nera, simile a quello delle FED 1b) con cinque viti: quattro sul frontale della macchina, a vista; la quinta nella parte inferiore, frontalmente, nascosta dal fondello come nelle FED 1a. La parte superiore della macchina и fissata all'involucro con sei viti, tre posteriori e tre anteriori; di queste ultime, la vite centrale и totalmente nascosta dalla flangia porta-obiettivo. Sul retro, vi и il classico tappo del buco per la taratura della messa a fuoco, corrispondente al relativo buco sul pressa-pellicola, visibile con l'obiettivo smontato e scattando in posa B.

The body is a little bit larger than FED 1 (132mm. width x 29,5mm. depth, instead of 131mm. x 28,5 of FED 1). It's impossible to fit FED base plate on VOOMP and vice versa. This is an easy way to verify counterfeits. The VOOMP base plate is similar to LEICA, with 5 screws. Shutter cage is fixed to the body with 5 screws: 4 on the front, the 5th in the bottom, hidden under the base plate like FED 1a. The top is fixed with 6 screws; central front screw is completely hidden under the lens mount ring. There is a setting window on back; film-pressing plate has an hole.


Concludendo la stesura di queste note, vorrei precisare che esse non hanno la pretesa di essere inoppugnabili: piщ che altro и un tentativo, basato sull'osservazione diretta di un esemplare, di elencazione delle caratteristiche piщ salienti cosм da renderne partecipi altre persone eventualmente interessate. Vorrei ringraziare l'amico nonchи grande Collezionista ed Esperto di macchine fotografiche russe e sovietiche ALBINO PEGORARI per il servizio fotografico di questa pagina, per l'entusiasmo, lo scambio di opinioni e... le necessarie correzioni alla traduzione in lingua inglese! Ringrazio fin d'ora quanti vorranno scrivermi per commenti, suggerimenti, correzioni e quant'altro ritengano opportuno dovermi segnalare o volermi chiedere sull'argomento VOOMP.

5 Marzo 1998

 I would like to say this work may not be complete and correct: this is only a summary of characteristics, based on direct observation of one model. May be other interested people can send their comments. I want to thank a friend, a great Russian and Soviet cameras Expert and Collector ALBINO PEGORARI for photographs on this WEB page and his enthusiastic collaboration (for English translation help, too...). I would thank in advance anyone who will want to write me for comments, suggestions, corrections, and any other question about VOOMP.

March 5, 1998


This is CLAUDIO ASQUINI's WEB PAGE

 Copyright Claudio Asquini 1998

E' vietata la riproduzione di foto e/o testi senza autorizzazione -Reproduction of photographs and/or text without permission is forbidden

Back

1

setstats1